logo
Menu
 Menu
» Home
» Storia
» Forum
» Cartoline
» Imperia in 3D
» News
» Archivio News
» Meteo
» Pagine utili
» Terremoti
» Geologia
» Giochi
» Mappa Sito

Progetti
 Progetti
Free CSS Vertical Menu Designs at exploding-boy.com

Cerca
 Cerca







Login
 Login






Calendario
 Calendario
Data: 25/05/2017
Ora: 08:45
« Maggio 2017 »
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31

Utenti
 Utenti
Persone on-line:
admins 0 amministratori
users 0 utenti
guests 1 ospiti

Servizi
 Servizi
» Segnala News
» Cerca
» Backend

Annunci
 Annunci

Section Geologia/Masw/curva dispersione 3

Masw - CURVA DI DISPERSIONE 3

pagina in allestimento

 

clicchiamo su START,   poi sull'icona Insert dispersion curve

3° esempio:

L'esempio n° 3 è simile all'esempio n° 2, differisce solo per il punto di cambiamento stratigrafico posizionato sull'asse delle frequenze  nel caso 2 a 20 hz mentre nel caso 3 a   40 hz, ne conseguirà una variazione della profondità del secondo strato,  minore di quella corrispondente al caso n° 2 inquanto il cambiamento litologico è a frequenze maggiori.

( la profondità è inversamente proporzionale alla frequenza indicata nel grafico di dispersione, gli strati più superficiali sono individuati dalle frequenze maggiori, quelli profondi dalle frequenze minori)

Come nell'esempio precendente ( esempio 2 ) selezionate il simbolo Φ  e cliccate sull'ordinata corrispondente   V (ms) = 400  tra la frequenza  40 hz fino a 60 hz più volte inserendo una serie di tacche Φ distanziate tra loro di circa  10 hz ( le tacche si posizionano agendo sul mouse tenendo premuto il pulsante sinistro e trascinanto verso il basso di pochi pixel la mano).

Ripetete le stesse operazioni precedenti lungo l'ordinata corrispondente  alla V = 800 m/sec. da 2 a 40 hz.

Anche in questo caso dovrete operare co i menu  (lente zoom +)  e    (mano)    per ridimensionare il grafico ottenuto, nelle medesime modalità spiegate nell'esempio 2, in modo che sulla scala delle velocità le tacche di riferimento vadano da 0 a 1000 m/sec., in modo da visualizzare le Φ ,inizialmente  molto disperse,  ben allineate sull'asse dei 400 e 800 hz hz.

Avviare quinsi la procedura " automatic inversion ", impostando poche iterazioni per ridurre i tempi di inversione ( solo in questo caso essendo una esercitazione  ) . Nel caso di elaborazione vera , si consiglia di utilizzare almeno 30 iterazioni e un errore >= 10 %.

figura 2

attendere .....

Nonostante le poche interazioni fatte si vede chiaramente che le velocità ottenute sono dell'ordine di grandezza delle curve sperimentali,  e che il cambiamento stratigrafico impostato a 40 hz ha un riscontro alla profondità minore che nel caso 2 ( nonostante che le velocità degli strati sono le medesime. 400 e 800 m/sec ( vedere figura 3 )

Anche in questo caso, come si è fatto per il grafico dispersion curve, è consigliabile cliccare sull'icona lente zoom + in modo da riadattare il grafico Vertical shear vave velocity in modo che sull'asse delle veocità compaiano le tacche Vs tra 0 e 1000 ms.

Figura 3

Esaminando i grafici finali dell'esempio 2 (figura 4) e 3 (figura 3) si può notare che  in casi simili di stratificazione il secondo strato sarà tanto più profondo quanto minore è la frequenza corrispondente al cambiamento di strato visualizzata nel grafico di dispersione. 

Nell'esempio 2 ( figura 4) il punto di cambiamento strato 1 e 2 corrisondeva alla frequenza di 20 hz con  V1= 400 m/s e V2= 800 m/s ,  la profondità dello strato 2 corrisponde a - 12 m, mentre nell'esempio 3 ( figura 3) il punto di cambiamento strato 1 e 2 corrisonde alla frequenza di 40 hz , con  V1= 400 m/s e V2= 800 m/s , la profondità di separazione strato 1 con strato 2  è di soli 5 metri.

figura 4

( nel caso non dovessi essere stato chiaro, inserite  "esempio 3 " in una email  chiedendo di specificare i passaggi da chiarire ed indirizzata a dolfrang@libero.it


print

Sponsor
 Sponsor